banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
1
Adèrbale parla davanti al senato romano
Pagina 277 Numero 143

Mio padre, morendo, divise il regno della Numidia in tre parti: una toccò (obtingo) a me, la seconda a mio fratello, la terza (la) lasciò a Giugurta, confidando che sarebbe stato a noi congiunto (coniunctus) per i suoi benefici. Costui invece, ucciso subito mio fratello, ora perseguita anche me: a stento, infatti, sono riuscito a sfuggire alle sue empie mani. Che cosa dovrei fare? Dove rifugiarmi? I miei parenti sono tutti estinti: non ho patria, non ho casa; esule e bisognoso di ogni cosa, a chi, se non a voi, potrei chiedere aiuto? Sento dire che Giugurta tenta di corrompervi, dicendo che ho simulato questa fuga, e che mi sarebbe stato lecito rimanere nel regno. Orbene, vi scongiuro di impedire un'ingiustizia: aiutate un misero, e non permettete che il regno di Numidia, che fu vostro, sia macchiato (polluo) da un esecrando delitto e dal sangue della mia famiglia.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/46406
[degiovfe] - [2019-05-08 18:56:34]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!